Parla come mangi: street food o cibo di strada?

Perché chiamare "street food" quello che è sempre stato il cibo da mangiare per strada appena preparato?

Il cibo di strada è quello pronto per essere consumato subito, in strada o dove ci si trova. Spesso è anche preparato al momento, ma allora non si capisce perché lo si debba chiamare “street food”, a meno che vi troviate in qualche fiera di paese del midwest.
È cambiato il nome ma non è che sia una grande novità: ci sono sempre stati gli ambulanti su un banchetto provvisorio o su furgoni e carretti ambulanti. Nei centri storici di alcune città italiane non è difficile trovare piccoli locali specializzati nella preparazione e vendita di cibi da mangiare in strada.

la merenda di una volta

Quindi si è diffuso il vezzo di chiamare delle cose che abbiamo sempre visto con nomi esotici, per dargli nuova vita. Ma si tratta pur sempre di mangiare in modo informale, rapido, poco costoso. E infatti questo modo di preparare e consumare il cibo è diffusissimo in tutto il mondo e in tutte le culture. Ovviamente ognuno legato ai prodotti del proprio territorio.

Ma per rimanere all'argomento dei neologismi esterofili, in questo settore si è dato sfogo abbondante alla fantasia.
Se non ci sono le posate si chiama finger food. Se é americano si chiama fast food. Se alza il tasso di colesterolo si chiama junk food. Ma se lo mangiamo a casa si dice take away o take-out.
Lo spuntino o la merenda si chiama snack ma una volta quando si andava in gita si portava il pranzo al sacco.
Comunque era sempre ristorazione veloce.

l'esempio della polenta alla spina

Comunque è cambiato anche il modo di mangiare. Ora vicino alle stazioni ci sono distributori automatici di qualsiasi tipo di cibo, ovviamente industriale, ma ora è possibile trovare anche una certa localizzazione automatica. La polenta alla spina comincia a diffondersi al nord ma passerà del tempo prima di trovarla in Sicilia.
Infatti, tornando a pensare al cibo di strada preparato al momento, dobbiamo comunque ringraziare questa nuova moda per essere riuscita a far tornare di consumo comune certi piatti che si stavano perdendo, come il panino con il lampredotto fiorentino, il pani ca meusa palermitano, o il 'O pere e 'o musso della cucina campana e napoletana.

Certo, la pizza e il kebab li possiamo sempre trovare dappertutto, e la loro funziona la svolgono benissimo. Ma vuoi mettere con una bella focaccia calda con la mortazza romana?
La cosa bella è che sempre più spesso si possono trovare fiere e manifestazioni di cibo di strada (street food, purtroppo) con delle proposte gustosissime, originali e vestite con molta fantasia e creatività.
Complimenti a tutto il comparto che sta riscoprendo una seconda gioventù.

street-food-cibo-di-strada