I trucchi per aprire un franchising di successo

Nonostante la sicurezza e la relativa facilità d’apertura  nell’attività in franchising si nascondono comunque alcune insidie, soprattutto per i meno esperti.

Pochi ma buoni

Coll’aiuto di SALONE FRANCHISING MILANO riusciremo a capire quali sono i principali passi falsi e come affrontarli con serenità. Così da fronteggiare l’apertura di un’attività senza pensieri.

I principali problemi partono dalla base e quindi da una corretta o meno analisi del mercato in cui andremo a inserirci e un’analisi di ciò che il pubblico vuole, inutile quindi aprire un negozio di sub in montagna. Per analizzare la situazione dovremmo innanzitutto confrontare le nostre idee per aprire un'attività con quelle già simili presenti sul mercato e se possibile trovare i margini di fatturato dei punti vendita più grandi, così d’avere un’idea a grandi linee del giro d’affari che incontreremo. Fatto questo, un’altra analisi importante è quella interna, ovvero  sia capire i nostri punti di forza e le nostre debolezze, su cui andremo a costruire la nostra attività sfruttando tutte le nostre potenzialità.

Il secondo punto in programma nonostante possa sembrare banale e scontato è: il personale. Molti neo-imprenditori affidandosi a parenti e amici vanno incontro a un prematuro fallimento (non sempre ).
La scelta del personale sarà una parte fondamentale soprattutto sul fronte  dell’addestramento professionale e sul focus aziendale. Un buono staff sarà quello che metterà l’azienda al primo posto e cercherà unendo le forze di affrontare i problemi nella miglior maniera possibile rispettando la visione imprenditoriale di partenza.

Un altro punto fondamentale per prosperare nel franchising è la conoscenza. Quindi studiare il giusto marketing e il settore anche al di fuori del knowledge aziendale sarà sicuramente una chiave di successo. La conoscenza economica permette non solo di muoversi autonomamente sul piano aziendale ma anche in anticipo in relazione a tutta l’economia del settore, trasformando così delle intuizioni in risultati economici concreti.

Giunti a questo punto la domanda che sopraggiunge è: dove collocare la mia attività? Se abbiamo studiato bene il punto 3 potremmo sapere i trend di mercato della nostra zona, o le tendenze del momento. Con questi dati potremmo scegliere se dare un’impronta più familiare o più internazionale al nostro business, scegliendo se  inserirci in maniera indipendente in un paesino o far parte dell’offerta commerciale di un grande centro commerciale cittadino. Per trovare il giusto spazio sarà necessario fare dei compromessi e cercare il miglior equilibrio tra domanda e offerta. 

Calma e sangue freddo

Infine vi diciamo: pazienza! Per avviare un’attività soprattutto se si è alle prime armi bisogna mettere in conto scocciature e problemi di ogni genere.  L’esperienza e la conoscenza verranno col tempo, coltivandole giorno per giorno e cresceranno insieme alla nostra attività. L’importante è ricordarsi sempre di questo. E quindi di non cercare la via più breve per risolvere i problemi, ma dopo aver fatto un bel respiro trovare la soluzione migliore per la nostra situazione e prenderla senza aver paura di sbagliare.

Questi piccoli consigli possono sembrare lunghi e dispendiosi ma vi assicuriamo che una volta presa la mano, e con la giusta idea imprenditoriale in testa seguendo questi pochi passi potrete aprire e far emergere con successo la vostra attività. 
Esempio vivente di quanto appena letto si troverà a Novembre al SALONE FRANCHISING MILANO luogo in cui si riuniranno non solo i grandi franchisor ma anche tutti i piccoli imprenditori che credendo nelle proprie idee affronteranno il futuro dando l’opportunità a tutti coloro che  non aspettano altro se non un’opportunità dinamica e innovativa per intraprendere il proprio percorso imprenditoriale.

Gurda sul sito le aziende del settore alimentare e ristorazione che esporranno al Salone Franchising Milano.